3 piattaforme di email marketing per i servizi ancillari

Negli articoli precedenti abbiamo visto come le e-mail siano ancora uno degli strumenti più adatti per raggiungere il tuo cliente e offrire i tuoi servizi ancillari. Abbiamo anche condiviso alcuni tips per ottimizzarli: ma quali sono le piattaforme migliori?

rilevanza email
Secondo un report di EyeForTravel, il canale migliore per raggiungere il cliente sono le mail contestualizzate. La ricerca è stata effettuata nell’ambito delle compagnie aeree.

Come evidenziato dalla tabella, le mail contestualizzate – ossia adattate in base al destinatario e al momento in cui vengono ricevute – costituiscono il primo canale di comunicazione delle compagnie aeree analizzate, con un interesse del cliente pari al 76% e l’aumento del tasso di conversione pari al 5%. La domanda sorge spontanea: qual è la piattaforma più adatta alla mia azienda?

In questo articolo analizzeremo e compareremo i servizi offerti da tre famose piattaforme di email marketing – MailChimp, MailUp e GetResponse – per indirizzarti su quella più adatta alle tue esigenze.

Intanto, perché non dai un’occhiata al nostro Canvas dedicato ai servizi ancillari?

1. MailChimp

Fondato nel 2001, MailChimp offre un servizio di qualità sia per i nuovi utenti che per quelli più esperti in materia. Classificatosi 4° nella classifica G2 Crowd per la migliore Softare Company del 2019 (preceduto solo da Google, Adobe e Slack), il piano tariffario offerto spazia dai servizi gratuiti a quelli pensati per grandi aziende.

Il piano free è quello più adatto a chi si trova per la prima volta a gestire una piattaforma per email marketing. Comprende 7 canali marketing distinti, con cui raggiungere un’utenza differente; template di base e la profilazione degli utenti (CRM, Custom Relationship Manager).

Il piano Essentials aggiunge l’a/b testing, ovvero la possibilità di inviare casualmente due e-mail differenti, in modo da capire quale sia la più efficace; oltre ad una selezione più ampia di template, un branding customizzato e supporto 24/7.

Il piano Standard, infine, aggiunge qualche funzione interessante. La possibilità di includere serie automatizzate ti consente di programmare l’invio di mail in base a diversi fattori, come il numero di volte in cui il destinatario ha cliccato sui link presenti nella mail e il tempo impiegato per aprirla. Include inoltre funzioni come insight avanzati sull’utenza; template dedicati e pubblicità per il retargeting.

2. MailUp

Piattaforma completamente made in Italy, si distingue da MailChimp per la sua assenza di piani tariffari per neofiti: il piano web, ossia quello più basilare, costa €49 al mese. Prezzo comunque più che adeguato ai servizi offerti: il piano web appena menzionato include la possibilità di inviare 3000 email all’ora; a/b testing; report avanzati sull’utenza; controllo per lo spam e supporto tecnico via mail.

Il piano Pro, invece, aggiunge la compatibilità con altri software; automazione delle mail (come le serie automatizzate di MailChimp); dominio personalizzato e supporto telefonico, al costo di €117 al mese.

Come già menzionato, la differenza di tariffe colloca MailUp ad un livello più avanzato rispetto a MailChimp, richiedendo quindi più competenze e offrendo servizi più professionali.

3. GetResponse

Con vent’anni di esperienza e piani piani tariffari adatti ad ogni utente, GetResponse si trova a metà strada tra il più economico – ma non per questo meno funzionale – MailChimp e il più costoso MailUp.

Il piano Basic fornisce, per $12.30 al mese, la possibilità di effettuare email marketing; sondaggi; webforms; automazione semplice; utilizzare template basilari; integrare con 150 diversi software; tracciare le attività dell’utente e gestire 1 account per utente.

Il piano Essential aggiunge le landing pages, funnel automatici, webinars, strumenti per e-commerce, 3 account per utente e il Custom Relationship Management.

Il piano Professional fornisce inoltre un’automazione avanzata, 5 account per cliente e un servizio di DKIM (DomainKeys Identified Mail), che sostanzialmente migliora la sicurezza delle mail e previene la loro identificazione come spam.

4. Osservazioni finali

Determinare quali siano le piattaforme di email marketing migliori è difficile, soprattutto considerando che ogni azienda e struttura ha esigenze diverse. Ci sono inoltre molte funzionalità basilari che non sono state incluse nei vari piani, quindi prediligere una piattaforma per il numero di funzioni inserite può rivelarsi un errore. Il consiglio che ti diamo è di provare almeno i servizi gratuiti – il piano gratuito di MailChimp e il periodo di prova di GetResponse – e, nel caso nessuno dei due ti dovesse soddisfare, dirigerti su MailUp o altri servizi che non abbiamo incluso nell’articolo.

Ricordati che stabilire un contatto efficace col cliente è una delle prerogative per migliorare la sua soddisfazione e i tuoi guadagni.

La comunicazione è infatti necessaria sia nelle vendite dei servizi standard che in quelle dei servizi ancillari. Combinare questi ultimi all’email marketing è un passo che molti albergatori sottovalutano, e che può rivelarsi complesso. Per questo noi di Ancillary Guru abbiamo creato Ancillary Generator Canvas, uno strumento gratuito pensato per ottimizzare le vendite ancillari della tua struttura.

Cosa aspetti?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.