Ancillary Basics: Migliorare le vendite del minibar

Con un 21% di interesse da parte dei clienti e varie problematiche ad esso legate, MIGLIORARE LE VENDITE DEL minibar è certamente uno deGLI OBIETTIVI più DIFFICILI DA GESTIRE CON SUCCESSO.

Questo è dovuto ad alcuni problemi intrinsechi nella macchina – acquisto dell’unità, installazione, rifornimento, manutenzione, e relativi costi maggiorati dei prodotti offerti – ma anche all’arretratezza con cui spesso si offre questo servizio. Come puoi migliorare nella vendita? Vale la pena tenerlo, o è meglio sostituirlo con qualcos’altro? Ovviamente, la risposta non è universale: ne parliamo in questo articolo.

1. Offri ciò che gli ospiti cercano

  • Quando pensi a cosa inserire nei minibar, pensa a cosa vorrebbero trovare i clienti al suo interno. Gli snack dei supermercati piacciono, è vero, ma un prodotto tipico può essere una gradevole sorpresa.
  • Un altro punto forte del tuo minibar riguarda l’immagine del tuo hotel. Se punti al lusso, ad esempio, i prodotti del tuo minibar dovranno rispecchiare questa caratteristica.
  • Ultima – ma non ultima – è la location. In base alla posizione del tuo hotel, alcuni prodotti potrebbero risultare più graditi rispetto ad altri. Un hotel vicino al mare può offrire snack adatti ad uno spuntino in spiaggia, mentre il turista che soggiorna in centro città può apprezzare di più qualche stuzzichino adatto al suo ritorno serale in hotel.

Inoltre è fondamentale capire quando offrire questo servizio. Puoi scoprire le opportunità delle comunicazioni pre-soggiorno in questo articolo precedente.

2. Meno è meglio

Capita spesso che, cercando di soddisfare più ospiti possibili, i minibar vengano riempiti così tanto da sembrare dei minimarket. Non è neccessario, ed è spesso causa sprechi. Il segreto è scegliere attentamente, in base ai punti menzionati in precedenza, quale prodotto inserire e quale no. Ricorda che i tuoi clienti non cercano una dispensa in camera, bensì dei prodotti scelti da gustare comodamente nella propria stanza. Un esempio di minibar essenziale può includere:

  • Una bottiglia d’acqua, preferibilmente di una buona marca;
  • Un succo di frutta o una bevanda energetica, specie nelle stagioni calde;
  • Un paio di prodotti salati e dolci, meglio se tipici della tua zona;
  • Una o più bevande alcoliche, selezionate attentamente.

È bene tenere a mente che l’ospite può comprare quanto gli serve al supermercato. Per questo motivo è inutile mettergli a disposizione, nel minibar, quello che può comprare altrove a prezzi più contenuti. Il tuo obiettivo, quindi, è offrirgli qualcosa di diverso.

3. Il problema dell’incasso

Possono esserci tre opzioni di pagamento per un servizio minibar: addebito a consumo, automatizzato o all inclusive.

Nel primo caso, un addetto deve visitare ciascuna camera, annotare le vendite e rifornire i prodotti mancanti. Questa procedura occupa molto tempo, può richiedere più di un membro del personale e rischia di farti perdere soldi per mancati addebiti.

I sistemi di minibar automatizzati consentono l’addebito della consumazione direttamente nel conto del cliente. Sono comodi e veloci, ma possono anche essere fonte di problemi. L’ospite potrebbe prendere un prodotto, decidere che non lo vuole, riporlo e trovarselo ugualmente addebitato a fine soggiorno. Viceversa, è facile ingannare i sensori, ad esempio riempiendo una mini-bottiglia di vodka con dell’acqua. Infine sono sistemi solitamente costosi per cui è difficile rientrare dall’investimento.

Il servizio all inclusive infine prevede un prezzo fisso giornaliero che il cliente paga a fronte di poter consumare interamente ciò che è presente nel minibar. Il prezzo in questo caso va calibrato in base allo storico dei consumi medi del tuo hotel. Il vantaggio è l’incasso immediato e sicuro, mentre il rischio è di andare incontro a perdite nel caso di clienti particolarmente assetati!

Nel caso in cui questi problemi diventino troppo impegnativi per la tua struttura, puoi pensare a soluzioni alternative e innovative. Ad esempio, l’80% degli ospiti degli hotel di lusso beve vino regolarmente, quindi perché non installare un distributore automatico che consenta al cliente di riempire il bicchiere con un vino locale o rinomato? Tenere traccia dei consumi diventa molto più semplice, e il rifornimento può essere effettuato non appena il distributore rileva una bottiglia vuota.

Il metodo Ancillary Go!

Come avrai notato, anche un servizio come il minibar può rivelarsi una fonte di guadagno o, se sottovalutato, di problemi. D’altronde, ottimizzare ogni singolo servizio aggiuntivo può richiedere molto tempo, risorse, tentativi e investimenti. Tutti questi inconvenienti possono essere evitati con l’aiuto di un team d’esperienza nel settore dei servizi ancillari. Ed è qui che entra in gioco Ancillary Guru.

Entra nella nostra community di esperti nella valorizzazione dei servizi ancillari e accedi subito ai 4 bonus GRATUITI di grande valore professionale:

  • Mini-corso di 3 lezioni per iniziare a migliorare
  • E-book “Diminuisci i costi e aumenta i ricavi con i servizi ancillari”
  • La check list per creare la tua migliore offerta
  • Ancillary Generator Canvas, lo strumento per costruire il tuo sistema vendita

Inoltre potrai accedere ad Ancillary Go!, il primo e unico video-corso in Italia creato per aiutarti ad acquisire un punto di vista innovativo sulla vendita dei servizi ancillari, massimizzare i tuoi guadagni e differenziarti dalla concorrenza. :

Vuoi migliorare subito i tuoi guadagni ancillari? Clicca sul pulsante qui sotto!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.