La blockchain e servizi ancillari. Matrimonio in vista?

Undici anni fa, un programmatore sconosciuto inventa un nuovo tipo di valuta digitale: il bitcoin. L’avvenimento passa inizialmente in sordina, salvo poi diventare un fenomeno globale nel 2014. La caratteristica che rende unica questa valuta è la tecnologia che sta alla sua base: la blockchain.

Teorizzata per la prima volta nel 1991 e attuata nel 2008, la blockchain è una tecnologia innovativa sotto molti punti di vista. Le sue caratteristiche principali sono la decentralizzazione, immutabilità e sicurezza. Diverse nazioni hanno già visto le potenzialità della blockchain sia a livello monetario che di gestione dati, e il 59% delle compagnie aeree sta già effettuando ricerche su come implementare questa innovazione. È possibile introdurre la blockchain nel settore alberghiero? Scopriamolo subito.

Qualche parola sulla blockchain

In molti ne sentono parlare, ma pochi sanno cosa sia effettivamente. Come suggerisce la parola, la blockchain è una catena di blocchi. Ogni blocco contiene un’informazione crittografata e il momento (data e ora) in cui quell’informazione è stata introdotta, che sancisce l’ordine in cui viene posto. Ogni blocco è legato unicamente ad altri due: il precedente e il successivo, in ordine cronologico. Una volta introdotto, il blocco non è modificabile. Ogni dispositivo collegato alla blockchain contiene ogni singolo blocco di cui è composta, e viene aggiornato non appena ne viene aggiunto uno nuovo.

La blockchain e l’internet delle cose

L’Internet of Things (IoT) è un neologismo che determina il modo in cui internet si rapporta con gli oggetti e i luoghi di tutti i giorni. Un esempio è la domotica, che sta lentamente cambiando il modo in concepiamo uno spazio abitativo o pubblico. Le combinazioni tra blockchain e domotica sono innumerevoli e potenzialmente molto utili alla tua attività. Pensa ad una situazione in cui il cliente entra in hotel, effettua il check-in attraverso il telefono in pochi secondi, entra in camera e i termostati sono impostati alla temperatura che gradisce. Grazie alla natura condivisa della blockchain, è possibile impostare il procedimento in modo che avvenga automaticamente e velocemente, in linea con le preferenze del cliente. Vediamole insieme.

Blockchain e rapporto col cliente

Uno degli aspetti più problematici della personalizzazione è la gestione dati: le informazioni sono numerose, provengono da molti canali diversi e sono di natura diversa. Il database condiviso fornito dalla blockchain può riunire i diversi settori del tuo hotel, per fornirti tutte le informazioni che desideri nello stesso posto. Inoltre, la blockchain può essere abbinata a degli algoritmi per tracciare automaticamente il profilo dei tuoi clienti, migliorando notevolmente la velocità e qualità dei risultati. Tornando all’esempio di prima, il cliente – appena arrivato in camera – desidera cenare. Analizzando i timestamp e i blocchi dati basati sui soggiorni precedenti, l’algoritmo può prevedere a che ora inviare una notifica all’ospite, domandandogli se desidera cenare in albergo o magari al suo ristorante preferito.

Differenze rispetto ad un database semplice

Da quello che abbiamo visto, una blockchain potrebbe sembrare un comune database condiviso. Allora perché insistiamo tanto sui suoi benefici?

  • È condivisa. Come abbiamo constatato, la gestione dati è complessa per il numero di fonti da cui si attinge. Avere un unico database con tutti i dati registrati può velocizzare notevolmente le analisi, diminuendo anche il rischio di errori.
  • È sicura. Ogni dispositivo che ospita la blockchain contiene tutta la struttura, che è criptografata. Un database normale ha una sede dove tutte le informazioni sono registrate. La decentralizzazione operata dalla blockchain rende quasi impossibile una manomissione dei dati, mentre la criptografia ne previene il furto.
  • È ordinata. Adoperando un ordine cronologico concatenato, la blockchain custodisce tutte le informazioni in modo chiaro e facilmente accessibile. È possibile impostare che ogni dispositivo registri in modo differente le informazioni nei blocchi (es. una scritta check-in in corrispondenza del benvenuto di un ospite), facilitando la navigazione.

Tutti gli aspetti visti in precedenza – domotica e rapporto col cliente – non sono novità. La blockchain è semplicemente un mezzo per ottimizzare questi e altri servizi in modo rapido ed efficiente, per aiutarti a mantenere il tuo hotel e i tuoi servizi ancillari al passo coi tempi.

Se sei interessato all’argomento, pensiamo che potrebbe piacerti Ancillary Generator Canvas. È uno strumento gratuito per migliorare la vendita dei tuoi servizi ancillari, creato appositamente per gli albergatori. Cosa stai aspettando?

Un pensiero riguardo “La blockchain e servizi ancillari. Matrimonio in vista?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.