Telegram: come usare gruppi e canali

Ogni giorno, più di 200 milioni di utenti accedono a Telegram per parlare coi propri contatti. Ma non solo. L’app di messaggistica, infatti, supporta strumenti come gruppi, canali e bot. Data l’importanza dei bot, ne parleremo in un articolo a parte: oggi, invece, daremo un’occhiata a cosa sono – e come funzionano – i gruppi e canali di Telegram.

1) Come funziona un gruppo Telegram

Partiamo da un concetto importante: Telegram non condivide il tuo numero di telefono, a meno che tu non lo consenta tramite le impostazioni. Ti è mai capitato di venire contattato, anche telefonicamente, da una persona che ha trovato il tuo numero su un gruppo di WhatsApp? Grazie a Telegram, questo non è più un problema.

Inoltre, i gruppi creati su Telegram offrono diversi vantaggi, che difficilmente troveresti su un’altra app di messaggistica. Ignorando le funzioni basilari presenti, ad esempio, anche sui gruppi di WhatsApp, vediamo quali sono le caratteristiche più interessanti dei gruppi di Telegram:

  • Filtri: grazie alle funzioni di quest’app, è possibile cercare una parola chiave all’interno di un gruppo, ma anche vedere i messaggi di una singola persona o seguire un hashtag. Questo ti permette di accedere facilmente ai contenuti che ti interessano, senza dover leggere ogni singolo messaggio.
  • Amministratori: contrariamente a quelli di WhatsApp, gli amministratori di un gruppo Telegram devono essere scelti con attenzione. Per prevenire spam o contenuti indesiderati, infatti, gli admin di un gruppo possono agire in modo più drastico. Tra i loro privilegi, c’è la possibilità di cancellare messaggi in massa, cacciare persone dal gruppo e mettere in evidenza uno o più messaggi. Da grandi poteri derivano grandi responsabilità.
  • Bot: anche se dedicheremo loro un articolo a parte, è giusto menzionare che i bot di Telegram possono essere aggiunti nei gruppi. Questa semplice funzione apre un mondo di possibilità ai gruppi: iscriviti alla mailing list per non perdere l’articolo dedicato ai bot 😉

2) Cos’è un canale di Telegram?

I canali, che non trovano un corrispettivo su WhatsApp, sono un metodo di comunicazione che consente a pochi utenti – gli amministratori del canale – di inviare messaggi ad un elevato numero di utenti – gli altri membri del canale. Per farla breve, sono essenzialmente dei gruppi in cui solo gli amministratori possono scrivere. Questa caratteristica ti consente di concentrare l’attenzione sui contenuti che desideri. Mettiamo caso che il tuo hotel stia ospitando un ciclo di conferenze. Grazie ai canali di Telegram, puoi condividere le informazioni essenziali senza inondare i partecipanti di messaggi inutili. Per raccogliere feedback, puoi inserire un bot che permetta agli utenti di mettere “mi piace” o “non mi piace” ai tuoi messaggi, oppure inserire il link a un gruppo di discussione,

Ricordati, infine, che gli utenti non avranno accesso alle tue credenziali (se decidi di non condividerle): il mittente dei messaggi di un canale, infatti, è il canale stesso. Se, ad esempio, crei un canale chiamato “News dell’hotel Miramare”, il mittente di ogni messaggio sarà “News dell’hotel Miramare”, e non il tuo nome utente. Se vuoi distinguere i tuoi messaggi da quelli degli altri amministratori, puoi decidere di “firmarli” automaticamente come inviati dal creatore del canale. In caso contrario, ogni messaggio avrà lo stesso mittente.

3) Gruppi e canali: come crearli (e pubblicizzarli)

Se le funzioni di Telegram hanno catturato la tua attenzione, ti interesserà sapere come creare il tuo gruppo o canale. In entrambi i casi, l’operazione è molto semplice:

  1. Nella lista delle chat, clicca sul pulsante a forma di matita;
  2. Clicca su “Nuovo canale” oppure “Nuovo gruppo”;
  3. Opzionalmente, puoi personalizzarlo con un’immagine di sfondo e una descrizione.

Far accedere le persone è altrettanto facile:

  1. Puoi aggiungere manualmente le persone di cui conosci l’username (per i gruppi è illimitato, per i canali puoi aggiungere solo i primi 200 membri);
  2. Puoi condividere dei link di invito;
  3. Infine, puoi impostare il gruppo o il canale come pubblico. In questo modo, chiunque ne conosca il nome può accedervi automaticamente.
  4. Se invece vuoi mantenere privato il gruppo/canale, potranno accedere solo gli utenti invitati e quelli aggiunti manualmente.

Bonus: il Sistema Ancillary Go!

Mantenersi in contatto col cliente è fondamentale per instaurare un rapporto personale e fidelizzare il tuo ospite. Una comunicazione efficace, infatti, è alla base della vendita dei servizi aggiuntivi, che a loro volta migliorano la soddisfazione dei clienti – e possono farti guadagnare fino al 30% in più rispetto alle tue vendite standard. Vuoi esplorare e conoscere a fondo il mondo dei servizi ancillari? Se la risposta è Sì!, allora Ancillary Go! fa al caso tuo.

Ancillary Go! è il video-corso che abbiamo creato per aiutarti ad acquisire un punto di vista innovativo sulla vendita dei servizi ancillari, per massimizzare i tuoi guadagni e differenziarti dalla concorrenza in costante crescita. Inoltre abbiamo creato, per chi vuole diventare un maestro dell’ancillary revenue, 4 bonus gratuiti di grande valore professionale:

  • Mini-corso di 3 lezioni per iniziare a migliorare
  • E-book “Diminuisci i costi e aumenta i ricavi con i servizi ancillari”
  • La check list per creare la tua migliore offerta
  • Ancillary Generator Canvas, lo strumento per costruire il tuo sistema vendita

L’offerta è a tempo limitato, ottienila subito cliccando sul pulsante qui sotto!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.